Il ballo di Angelica

ballo di angelica

Lo scenario è quello di Villa Piccolo di Calanovella, la dimora nobiliare in cui Giuseppe Tomasi di Lampedusa, cugino di Casimiro, Lucio e Agata Giovanna Piccolo, scrisse alcune delle pagine più belle del suo “Gattopardo”. Chiunque ami questo capolavoro della nostra letteratura, non può dimenticare il ballo di Angelica con il Principe Fabrizio di Salina, ancora oggi grande fonte di ispirazione. Da quella suggestione prende corpo il Concorso Nazionale “Il Ballo di Angelica”, ideato ed organizzato dal Comitato “Dire & Fare per Capo d’Orlando”, che si svolgerà nella cittadina dal 27 al 29 giugno 2014. Il concorso è riservato a singole ballerine o a coppie di ballerini di età compresa tra i 16 e i 30 anni, facenti parte di scuole di danza sportiva, classica contemporanea e/o moderna. Le ballerine che si iscriveranno senza cavaliere, saranno accompagnate da ballerini professionisti messi a disposizione dalle scuole di danza del comprensorio.

Le ballerine, inoltre, durante una delle serate, saranno accompagnate dagli Ufficiali della Marina Militare.

La giuria del Concorso Nazionale “Il Ballo di Angelica” sarà composta da esperti qualificati scelti tra insegnanti di danza, coreografi, esperti di bon ton e portamento, giornalisti e personaggi televisivi di chiara fama, fra cui Natalia Titova, Carolyn Smith e Raimondo Todaro. Sarà presente anche Massimiliano Rosolino.

La finale del concorso si svolgerà a Capo d’Orlando, presso Villa Piccolo di Calanovella nella serata del 28 giugno 2014 e prevede uno spettacolo che vedrà le dodici finaliste (ballerine singole o coppie) sfidarsi in prove legate, oltre che al ballo, anche al portamento e al bon ton.

L’evento, curato da Salvatore Caliò, ha lo scopo di raccogliere fondi in favore dell’Associazione Onlus “Sorge il Sole”che gestisce il centro “Navacita” dedicato a bambini e ragazzi autistici.

 

Natalia-Titova-

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInShare on TumblrEmail this to someonePrint this page